|

martedý 19 settembre 2017

Diabete? Una buona colazione, tanto per cominciare!

Nei diabetici, una colazione proteica aiuta nel controllo glicemico

NUTRIZIONE
imm4Studi in acuto dimostrano che l'aggiunta di proteine ​​del siero di latte alla colazione si associa ad un abbassamento della glicemia attraverso una maggiore secrezione di incretina e insulina.

Per valutare se questo effetto ha valenza anche a lungo termine nel diabete di tipo 2, 58 pazienti diabetici di 58 ± 4,5 anni, BMI 32,1 ± 0,9 kg / m2 e HbA1C 7,8 ± 0,1% (61,6 ± 0,79 mmol / mol) sono stati randomizzati a una delle 3 diete isocaloriche con pranzo e cena simili, ma diverse colazioni:
1) 42 g di proteine ​​totali, 28 g di siero di latte (WB diet, n = 19);
2) 42 g di varie fonti proteiche (PBdiet, n = 19);
3) prima colazione a base di carboidrati, 17 g di proteine ​​provenienti da varie fonti (CBdiet, n = 18).

Il peso corporeo e HbA1C sono stati esaminati dopo 12 settimane.

Tutti i partecipanti sono stati sottoposti a tre indagini tutti i giorni per la glicemia postprandiale, l'insulina, il peptide C, il peptide 1 (iGLP-1) glucagone-like, la grelina, la fame e la sazietà.

L'AUC del glucosio postprandiale globale è stato ridotto del 12% in PBdiet e del 19% in WBdiet, rispetto a CBdiet (P <.0001).

Rispetto a PBdiet e CBdiet, WBdiet ha portato ad una maggiore AUC postprandiale globale per insulina, C-peptide, iGLP-1 e punteggi di sazietà, mentre l'AUC globale postprandiale per grelina e punteggi di fame è stata ridotta significativamente. Come atteso, del resto.

Dopo 12 settimane HbA1C è stato ridotto dopo il WBdiet di 0,89 ± 0,05% (11,5 ± 0,6 mmol / mol) dopo PBdiet di 0,6 ± 0,04% (7,1 ± 0,31 mmol / mol) e dopo CBdiet di 0,36 ± 0,04% (2,9 ± 0,31 mmol / mol) (P <0,0001). Inoltre, i partecipanti, con la WBdiet hanno perso 7.6 ± 0.3 kg, con la PBdiet 6.1 ± 0.3 kg e con la CBdiet 3.5 ± 0.3 kg (P <.0001).

Nell’ambito di un trattamento alimentare nel diabete, la prima colazione a base di proteine ​​del siero di latte è un importante adiuvante nella gestione della glicemia, anche a lungo termine.


Autori: Jakubowicz D, Wainstein J, Landau Z, Ahren B, Barnea M, Bar-Dayan Y, Froy O
Fonte: J Nutr Biochem. 2017 Jul 21;49:1-7. doi: 10.1016/j.jnutbio.2017.07.005.
Link della fonte: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/28863364


Per un trattamento “d’urto” del sovrappeso, DS Medica propone Proteonorm, l’integratore a base di proteine del siero di latte di altissima qualità, equilibrate secondo le percentuali fisiologiche aminoacidiche e arricchite da Inosito­lo, Potassio, L-Citrullina, L-Ornitina, L-Carnitina, L-Cistina, Magnesio e Niacina.
Proteonorm è venduto in esclusiva ai nutrizionisti e ai loro pazienti su ricetta del nutrizionista.
E’ disponibile anche come Proteonorm Mousse, un dolce al cucchiaio proteico che spezza la fame e soddisfa il palato.
 
Proteonorm, nell’ambito del protocollo Dieta Combinata, aiuta a perdere peso e migliora la compliance dei pazienti. Risolve l’urgenza della perdita ponderale e permette di accompagnare il paziente ad abitudini equilibrate per il mantenimento dei risultati raggiunti.
 
Avete già utilizzato la piattaforma Dieta Combinata? Cliccando qui si può accedere gratuitamente alla piattaforma ed iniziare a compilare piani personalizzati.