|

martedý 16 aprile 2019

Carni rosse si o no?

Una metanalisi

NUTRIZIONE
imm3I risultati tra studi randomizzati e controllati che valutano l'effetto della carne rossa sui fattori di rischio della malattia cardiovascolare sono incoerenti.

E’ stata recentemente condotta una meta-analisi aggiornata per determinare se c’è relazione e se dipende dalla composizione della dieta di confronto, ipotizzando che le fonti vegetali possano essere relativamente vantaggiose.

Via PubMed, si sono ricercati sistematicamente gli studi randomizzati controllati pubblicati fino a luglio 2017 che confrontavano le diete con assunzione di carne rossa con diete che sostituivano la carne rossa con una varietà di cibi.

Queste ultime sono state stratificate secondo le fonti di proteine:
- vegetali di alta qualità (legumi, soia, noci);
- pollo / pollame / pesce;
- solo pesce;
- solo pollame;
- fonti miste di proteine ​​animali (compresi i prodotti lattiero-caseari);
- carboidrati (cereali raffinati di bassa qualità e zuccheri semplici, come pane bianco, pasta, riso, biscotti / biscotti);
- dieta abituale.

I ricercatori hanno eseguito la meta-analisi confrontando le differenze nei cambiamenti di lipidi nel sangue, apolipoproteine ​​e pressione sanguigna per tutti gli studi combinati e stratificati secondo le diete specifiche di confronto.

Sono stati inclusi trentasei studi per un totale di 1803 partecipanti.

I risultati sono quelli attesi: non ci sono state differenze significative tra la carne rossa e tutte le diete di confronto combinate sulle variazioni delle concentrazioni ematiche di LDL, HDL, apolipoproteine ​​A1 e B o pressione sanguigna.

Ovvero, carni rosse verso resto del mondo, nessuna differenza, tranne che la carne rossa ha comportato minori riduzioni dei trigliceridi rispetto alle altre diete prese tutte insieme.

Quando i dati sono stati analizzati rispetto a diete di confronto specifiche, la carne rossa ha prodotto minori riduzioni del colesterolo totale e LDL rispetto la dieta con fonti di proteine ​​vegetali di alta qualità.

Rispetto al pesce, la carne rossa ha prodotto maggiori diminuzioni nelle LDL e HDL. Rispetto ai carboidrati, la carne rossa ha prodotto maggiori diminuzioni dei trigliceridi.

Le incoerenze riguardanti gli effetti della carne rossa sui fattori di rischio della malattia cardiovascolare sono attribuibili, in parte, alla composizione della dieta comparativa. Sostituendo le carni rosse con fonti proteiche di alta qualità, ma non con pesce o carboidrati di bassa qualità, si ottengono cambiamenti più favorevoli nei lipidi e nelle lipoproteine ​​nel sangue.
 

Autori: Guasch-Ferré M, Satija A, Blondin SA, Janiszewski M, Emlen E, O'Connor LE, Campbell WW, Hu FB, Willett WC, Stampfer MJ.
Fonte: . Circulation.2019 Apr 9;139(15):1828-1845. doi: 10.1161/CIRCULATIONAHA.118.035225.
Link della fonte: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/30958719
 
Sapete qual è la fonte di proteine per integrare una dieta sana? Proteonorm, l’integratore a base di proteine del siero del latte arricchite di vitamine, minerali e aminoacidi fondamentali per il metabolismo energetico… Niente zuccheri, niente sale e niente grassi.
 
Ora anche in versione vegetale!
Contattaci per saperne di più