|

martedý 15 maggio 2018

Il microbioma a dieta

Risposte del microbioma a un intervento dietetico a breve termine

NUTRIZIONE
imm1La nutrizione personalizzata è un crescente interesse per le persone che monitorano attivamente la loro salute.

Le relazioni tra la durata dell'intervento dietetico e gli effetti sul microbiota intestinale devono ancora essere chiariti.

Un gruppo di ricercatori russi ha esaminato le associazioni tra cambiamenti dietetici a breve termine, abitudini alimentari a lungo termine, stile di vita e microbiota intestinale.

I campioni di feci di 248 volontari sono stati raccolti prima e dopo un intervento dietetico personalizzato  di 2 settimane, quindi analizzati utilizzando il sequenziamento del rRNA 16S.

Sono state rilevate considerevoli correlazioni tra abitudini alimentari a lungo termine e struttura della comunità intestinale.

In dettaglio, un maggiore apporto di frutta e verdura è stato associato ad aumentati livelli di Clostridiales che producono butirrato e ad una maggiore ricchezza della comunità.

Un confronto a coppie dei metagenomi prima e dopo l'intervento di 2 settimane ha mostrato che anche un intervento breve e incontrollato ha prodotto profondi cambiamenti nella struttura della flora batterica con conseguente diminuzione dei livelli di Bacteroidaceae, Porphyromonadaceae e Rikenellaceae e diminuzione della alfa-diversità accoppiata ad un aumento di Methanobrevibacter, Bifidobacterium, Clostridium e Lachnospiraceae che producono butirrato, nonché la prevalenza di un permatipo (una variazione di enterotipo) associata a una maggiore diversità della dieta.

La risposta del microbiota all'intervento dipendeva dal suo stato iniziale, aprendo la strada allo sviluppo di una dieta personalizzata.


Autori: Klimenko NS, Tyakht AV, Popenko AS, Vasiliev AS, Altukhov IA, Ischenko DS, Shashkova TI, Efimova DA, Nikogosov DA, Osipenko DA, Musienko SV, Selezneva KS, Baranova A, Kurilshikov AM, Toshchakov SM, Korzhenkov AA, Samarov NI, Shevchenko MA, Tepliuk AV, Alexeev DG
Fonte: Nutrients.2018 May 8;10(5). pii: E576. doi: 10.3390/nu10050576. 
Link della fonte: http://www.mdpi.com/2072-6643/10/5/576