|

martedì 12 marzo 2019

Le proteine per la colite

Un esperimento sui topolini

Ricerca Clinica e di Base
imm3La guarigione delle mucose dopo una riacutizzazione infiammatoria è associata a una remissione clinica duratura.

Per valutare l'impatto della quantità di proteine ​​nella dieta sulla riparazione epiteliale dopo un episodio infiammatorio acuto, dei topi trattati con DSS C57BL / 6 (inducente colite) hanno ricevuto diete isocaloriche con diversi livelli di proteine ​​nella dieta:
- 14% (P14)
- 30% (P30)
- 53% (P53)
per 3 (giorno 10), 6 (giorno 13) e 21 (giorno 28) giorni dopo l'ora di intensità massima della colite.

Mentre la dieta P53 peggiorava l'infiammazione indotta da DSS sia in intensità che in durata, la dieta P30, rispetto alla dieta P14, mostrava un effetto benefico durante il processo di riparazione epiteliale accelerando la risoluzione dell'infiammazione, riducendo la permeabilità del colon e aumentando la riparazione epiteliale insieme con iperproliferazione epiteliale.

L'assunzione di proteine ​​nella dieta ha anche avuto un impatto sulla composizione del microbiota aderente alla mucosa dopo l'infiammazione: i topi nutriti con P30 hanno mostrato una maggiore colonizzazione dei generi che producono butirrato durante la fase di risoluzione.

Questo studio ha rivelato che in questo modello animale di colite, la quantità di proteine ​​nella dieta modulava la guarigione della mucosa, con una dieta moderatamente ricca di proteine.

Gli autori concludono con l'idea che una riparazione epiteliale ottimizzata dopo un episodio infiammatorio acuto può essere ottenuta attraverso l'apporto di una quantità appropriata di proteine ​​dietetiche. Dipende infatti da un equilibrio tra gli aminoacidi provenienti da proteine ​​dietetiche ed endogene, che sono disponibili dall'apporto di sangue per la guarigione della mucosa, e dall'attività microbica intestinale verso la proteina non digerita che entra nel colon. 

Questo studio ha dimostrato che un apporto proteico moderatamente elevato durante una fase postinfiammatoria appare utile per accelerare il ripristino dell'integrità della mucosa intestinale rispetto a una dieta normoproteica, influenzando diversi parametri chiave associati all'infiammazione e alla guarigione durante e dopo la crisi di colite. In contrasto, un ulteriore aumento della quantità di proteine ​​nella dieta appare controproducente per un tale processo. 

Nella pratica clinica quindi lo studio è in accordo sulla necessità di un maggiore apporto proteico durante l'IBD attiva ma suggerisce di non superare il valore soglia di assunzione di proteine ​​per evitare effetti deleteri sulla mucosa infiammata dei pazienti.
 
Leggi l’articolo originale in full text
 

Autori: Vidal-Lletjós S, Andriamihaja M, Blais A, Grauso M, Lepage P, Davila AM, Viel R, Gaudichon C, Leclerc M, Blachier F, Lan A.
Fonte: Nutrients. 2019 Feb 28;11(3). pii: E514. doi: 10.3390/nu11030514.
Link della fonte: https://www.mdpi.com/2072-6643/11/3/514/htm
 
DS Medica, da oltre 40 anni si impegna per fornire ai nutrizionisti soluzioni sempre più efficaci per la lotta all’obesità.
Tramite la divisione nutrizione Dietosystem, mette a vostra disposizione tutta l’esperienza e l’innovazione nella Suite Nutrizionale, il software completo per la gestione del paziente obeso.
Per un trattamento “d’urto” del sovrappeso, DS Medica propone Proteonorm, l’integratore a base di proteine del siero di latte di altissima qualità, equilibrate secondo le percentuali fisiologiche aminoacidiche e arricchite da Inosito­lo, Potassio, L-Citrullina, L-Ornitina, L-Carnitina, L-Cistina, Magnesio e Niacina.
Proteonorm è venduto in esclusiva ai nutrizionisti e ai loro pazienti su ricetta del nutrizionista.
E’ disponibile anche come Proteonorm Mousse, un dolce al cucchiaio proteico che spezza la fame e soddisfa il palato.
Proteonorm, nell’ambito del protocollo Dieta Combinata, aiuta a perdere peso e migliora la compliance dei pazienti. Risolve l’urgenza della perdita ponderale e permette di accompagnare il paziente ad abitudini equilibrate per il mantenimento dei risultati raggiunti.

Avete già utilizzato la piattaforma Dieta Combinata? Cliccando qui si può accedere gratuitamente alla piattaforma ed iniziare a compilare piani personalizzati.
 
E per completare l’offerta low-charb, DS Medica mette a disposizione una linea di snack dolci e salati per la soddisfazione del palato nei pazienti a dieta, senza apporto di carboidrati.