|

martedì 10 ottobre 2017

Proteine del siero, davvero buone

L’integrazione che fa bene

NUTRIZIONE
imm4L'obesità e il diabete mellito di tipo 2 (DM) sono una pandemia, e le malattie correlate sono ormai considerate epidemiche.

Data l'elevato costo del trattamento delle malattie associate all'obesità / DM, le strategie quali l’intervento dietetico sono ampiamente studiate; tra i trattamenti, la dieta proteica integrata con le proteine del siero di latte ha raggiunto la popolarità per la prevenzione e il trattamento dell'obesità e del DM sia negli esseri umani che negli animali.

Tra le sue azioni principali si distinguono le seguenti attività:
- riduzione del glucosio serico in individui sani;
- miglioramento della tolleranza al glucosio nei pazienti DM e obesi;
- riduzione del peso corporeo;
- mantenimento della massa muscolare;
- aumento del rilascio di ormoni anoressizzanti come colecistocinina, leptina e GLP-1;
- riduzione della grelina, ormone oressizzante.

Inoltre, gli studi hanno dimostrato che la proteina del siero di latte può anche portare a riduzioni della pressione sanguigna, dell’infiammazione e dello stress ossidativo.

Lo stress ossidativo è stato associato con la sindrome metabolica (MS), i cui effetti infiammatori sono legati all'attivazione delle specie reattive di ossigeno (ROS). Oggi gli indicatori più utilizzati nella valutazione di ROS sono gli enzimi antiossidanti endogeni come la glutatione perossidasi, la catalasi e la superossido dismutasi e altri componenti quali le sostanze reattive malondialdeide (MDA) e acido tiobarbiturile (TBARS). Recentemente, la somministrazione di 100 mg / kg di peso corporeo di proteina del siero di latte nei ratti diabetici ha dimostrato di diminuire diversi indicatori di stress ossidativo, quali MDA, ossido di azoto e concentrazioni di ROS; così come ha ridotto le citochine proinfiammatorie (IL-1β, TNF-α, IL-6 e IL-4) e aumentano i livelli di glutatione.

Un altro studio sempre sui ratti ha dimostrato un effetto protettivo contro lo stress ossidativo, principalmente nel fegato, e un effetto benefico sulla funzionalità renale nei ratti integrati con proteina del siero di latte e una dieta ipercolesterolemica, ma non hanno osservato una riduzione dei livelli di colesterolo nel siero.

Negli studi sull’uomo, gli effetti benefici nella riduzione dello stress ossidativo dopo il trattamento con proteine ​​del siero di latte sono molti: l'integrazione con 20 g/d di proteine ​​del siero di latte per 12 settimane nei soggetti con steatoepatite non alcolica ha aumentato il glutatione e le capacità antiossidanti totali. Negli individui sani, anche 45 g/d di integratori di proteine ​​del siero di latte per 14 giorni hanno aumentato i livelli di glutatione dei linfociti. In pazienti con ictus ischemico alimentati attraverso un sondino nasogastrico con una dieta con 35 kcal/ kg/d e 1,2 g di proteine ​​/kg /d contenente proteina del siero di latte si è ottenuta una riduzione in IL-6 e un aumento dei livelli di glutatione dopo solo cinque giorni di integrazione.

Insieme, questi risultati suggeriscono che la proteina del siero di latte può agire come componente nutrizionale per aumentare gli enzimi antiossidanti endogeni (glutatione perossidasi, catalasi e superossido dismutasi) e per ridurre i marcatori di stress ossidativo (MDA, TBARS) insieme a una riduzione dell’espressione di citochine proinfiammatorie IL-1β, IL-6 e TNF-α nei pazienti obesi, diabetici o post-ictus.


Autori: GTD Sousa, FS Lira, JC Rosa, EP de Oliveira, LM Oyama, RV Santos,  GD Pimentel
Fonte: Lipids Health Dis. 2012; 11: 67.
Link della fonte: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3393628/


Per un trattamento “d’urto” del sovrappeso, DS Medica propone Proteonorm, l’integratore a base di proteine del siero di latte di altissima qualità, equilibrate secondo le percentuali fisiologiche aminoacidiche e arricchite da Inosito­lo, Potassio, L-Citrullina, L-Ornitina, L-Carnitina, L-Cistina, Magnesio e Niacina.
Proteonorm è venduto in esclusiva ai nutrizionisti e ai loro pazienti su ricetta del nutrizionista.
E’ disponibile anche come Proteonorm Mousse, un dolce al cucchiaio proteico che spezza la fame e soddisfa il palato.
 
Proteonorm, nell’ambito del protocollo Dieta Combinata, aiuta a perdere peso e migliora la compliance dei pazienti. Risolve l’urgenza della perdita ponderale e permette di accompagnare il paziente ad abitudini equilibrate per il mantenimento dei risultati raggiunti.
 
Avete già utilizzato la piattaforma Dieta Combinata? Cliccando qui si può accedere gratuitamente alla piattaforma ed iniziare a compilare piani personalizzati.