|

martedì 10 settembre 2019

L'alimentazione che “rinfranca” lo spirito e il fisico

Gli alimenti anti-stress

NUTRIZIONE
imm2Una sindrome da stress da rientro può colpire in questi giorni chi ha terminato le ferie e deve rientrare al lavoro.

Non è solo una scusa con cui alcune persone tentano di nascondere la loro innata pigrizia, si tratta di una vera e propria condizione psicologica e fisica che pervade chi ha terminato le agognate ferie estive, per molti sempre più brevi, e sente tutto il peso della ripresa del lavoro spesso frenetico e logorante.

Lo stress di fatto è una risposta endocrina, cioè regolata dagli ormoni, che il sistema nervoso attiva quando il cervello gli comunica di essere di fronte a una minaccia. Si tratta in realtà di una forma di difesa, un retaggio che risale all’età della pietra. È stato il modo in cui, ad esempio, i primi esemplari di esseri umani capivano di trovarsi di fronte a un animale pericoloso e attivavano una serie di meccanismi per prepararsi alla fuga o alla lotta fisica. In questa situazione di malessere generalizzato è necessario rioccuparsi anche della propria dieta.

Gli alimenti anti-stress

Dato che si tratta di una risposta ormonale è proprio sul sistema endocrino che bisogna agire anche con l’alimentazione giusta per contrastare questi periodi caratterizzati da un gap psico-fisico.

Come primo consiglio è bene inserire nell’alimentazione quotidiana i cibi ricchi di triptofano, un amminoacido essenziale che contribuisce alla sintesi della serotonina, altrimenti detta "l'ormone del buonumore".

Prima di tutto i funghi, che sono anche ricchi di vitamina B3, molto utile per il corretto funzionamento del sistema nervoso, ma anche di selenio che potrà aiutare a combattere i malanni legati alla stagione più fredda. E poi i legumi, che favoriranno anche il ripristino dell'equilibrio intestinale, che in vacanza spesso si altera. Ma anche spinaci, bietole, mandorlecereali integrali.

Abbondare con la frutta e la verdura  servirà poi a recuperare le energie grazie al contenuto in vitamine e antiossidanti. Inoltre l'uva, tipica proprio della fine di agosto e l'inizio di settembre, contiene molta melatonina, che favorisce il sonno regolare e il miglioramento dell'umore. Allo stesso tempo, non bisogna trascurare l’idratazione: se in vacanza ci si è lasciati andare con aperitivi e bicchieri di birra fino a tarda sera, adesso è ora di tornare in carreggiata e dedicarsi solo all'acqua naturale, anche perché c’è ancora un clima caldo e bisogna bere di più.

Infine, per non patire troppo il rientro al lavoro, un pezzetto di cioccolato fondente la sera, mentre ci si rilassa davanti alla TV, può aiutare a superare lo stress da rientro rinnovando il buon umore e, tra l’altro, se il peso lo consente, il cioccolato è fra gli alimenti che donano conforto senza nuocere alla salute.