|

martedì 9 maggio 2017

Anticorpi piu’ potenti per combattere il cancro e altre malattie

Gli anticorpi (immunoglobuline) sono la fanteria del nostro sistema immunitario. Queste proteine specializzate a forma di Y, hanno la funzione, nell’ambito del sistema immunitario, di neutralizzare corpi estranei come virus e batteri, riconoscendo ogni determinante antigenico o epitopo legato al corpo estraneo come un bersaglio.

Ricerca Clinica e di Base
imm2Ma non tutti gli anticorpi sono uguali. A causa delle sottili, ma importanti differenze nella struttura dei loro gruppi di zucchero, due anticorpi altrimenti identici che attaccano lo stesso invasore potrebbero non essere altrettanto bravi a reclutare le cellule immunitarie per combatterlo.

I ricercatori della University of Maryland e della Rockefeller University hanno messo a punto un metodo per modificare la struttura del gruppo di zucchero di un anticorpo aprendo la porta alla possibilità per i biochimici, di creare anticorpi con diversi gruppi di zucchero.

I ricercatori hanno per prima cosa, determinato quali combinazioni specifiche di zuccheri potevano migliorare o sopprimere la capacità di un anticorpo di segnalare al sistema immunitario di attaccare un invasore. I risultati dello studio, pubblicati il 13 marzo 2017 in Proceedings of the National Academy of Sciences, sono un passo importante verso lo sviluppo di anticorpi più efficaci per combattere il cancro e altre malattie.

La capacità di un anticorpo di inviare segnali dipende dalla configurazione delle catene di zuccheri attaccate alla proteina. Negli anticorpi naturali, queste catene di zuccheri si presentano molto variabili. Anche negli anticorpi attualmente utilizzati per il trattamento delle diverse malattie, una data dose potrebbe contenere una grande varietà di varianti note anche come “glicoforme”.

Con questo metodo è possibile ora vedere come in un individuo, diversi zuccheri influenzano le proprietà degli anticorpi. Fino a questo studio, non si possedeva un metodo efficiente per sapere come i singoli zuccheri in varie glicoforme influenzino la soppressione o l’attivazione della risposta immunitaria. “Il nostro metodo è generalmente applicabile perché può essere utilizzato su una vasta gamma di anticorpi”, ha detto Lai-Xi Wang, docente di chimica e biochimica presso la UMD. “E’ un importante passo avanti nello sforzo di progettare anticorpi terapeutici che possono indirizzare specifici tumori, infiammazioni e altre malattie. Presto saremo in grado di costruire gli anticorpi personalizzati”.

Nella metodologia Pneisystem riveste un ruolo primario la prevenzione incentrata sulla  gestione degli stili di vita, di primaria importanza nella genesi di patologie croniche, e il potenziamento del sistema immunitario. In particolare la Pnei System Academy ha come mission la divulgazione del concetto di terapia incentrata su 4 pilastri fondamentali:

- Ottimizzare le risorse psichiche attraverso l’apprendimento delle tecniche più moderne di gestione dello stress.
- Insegnare come compilare una dieta personalizzata in chiave antiossidante e antinfiammatoria
- Potenziare l’asse psico-immunologico attraverso il movimento, in particolare la danza (Pneisystem Equilibrium Dance)
- Saper selezionare i migliori integratori/fitoterapici/nutraceutici/principi della low dose medicine e comporre un piano terapeutico centrato sulla persona.


www.mariacorgna.it