|

Ricerca Clinica e di Base

Adiponectina e risposta alla dieta

Per qualcuno è più facile perdere peso

01/10/2019

L'adiponectina esercita effetti positivi sui processi metabolici e infiammatori. I livelli di adiponectina e alcuni polimorfismi a singolo nucleotide (SNP) sembrano essere associati all'obesità. Un gruppo di ricercatori italiani ha...

Chetogenica anti-Alzheimer

La chetosi dietetica fa bene al cervello

17/09/2019

I trattamenti attualmente disponibili per la malattia di Alzheimer (AD) hanno un'efficacia minima e non ci sono trattamenti comprovati per il suo prodromo, la compromissione cognitiva lieve (MCI). L'eziologia dell'AD non è ben...

Fibromialgia e microbioma: le prime prove di un legame

Alterazioni significative di 19 specie batteriche

23/07/2019

I ricercatori canadesi hanno scoperto che le donne con fibromialgia presentavano differenze significative in 19 specie di batteri intestinali rispetto ai controlli sani. Avevano anche livelli sierici più elevati di butirrato e livelli...

L’anoressia nervosa è anche una malattia metabolica?

La base genetica si correla a tratti metabolici e altri disordini psichiatrici

23/07/2019

Lo studio è stato condotto da oltre 100 accademici di tutto il mondo, diretto da Cindy Bulik, UNC Center of Excellence for Eating Disorders, e Gerome Breen, King’s College London, in collaborazione con molti centri internazionali di...

La chetogenica vince sul diabete

Effetti sulla composizione corporea e sul dispendio energetico

23/07/2019

La cura del diabete e il trattamento dell'obesità a lungo termine sono sfide difficili. I meccanismi di fallimento della perdita di peso rapida sono principalmente legati alla perdita di massa magra.    Uno studio...

Disbiosi nell’epilessia

Il ruolo del microbiota

16/07/2019

Recentemente, sono emerse evidenze da studi su animali e uomini che la disbiosi nell'intestino può essere associata a certe forme di epilessia. La dieta chetogenica è un trattamento alternativo dell'epilessia resistente ai...

Via gli zuccheri e il cervello non invecchia

Sembra che la dieta chetogenica rallenti declino cognitivo e Alzheimer

16/07/2019

Gli investigatori della Johns Hopkins University School of Medicine, Baltimora, nel Maryland, hanno scoperto che quando gli anziani con decadimento cognitivo lieve (MCI) hanno cambiato la loro dieta con una dieta chetogenica a basso contenuto di...

Emicrania, chetogenica e mRNA

Alla scoperta del meccanismo sotteso

09/07/2019

L'emicrania è una malattia neurovascolare di complessa patofisiologia. La dieta chetogenica (KD) è ben nota per il trattamento dell'epilessia resistente ai farmaci e di altri disturbi neurologici tra cui...

Melanoma: lo screening del futuro è in 3D

La fotografia in 3D del corpo intero candidata come mezzo diagnostico

02/07/2019

L'incidenza del melanoma continua ad aumentare e la mortalità è frequente nella malattia avanzata. Tuttavia, se diagnosticato precocemente, i pazienti hanno una prognosi molto promettente.  I metodi che sono stati...

AGEs e vitamina D nei diabetici

Buoni e cattivi

02/07/2019

I prodotti finali di glicazione avanzata (AGE) e il loro recettore solubile (sRAGE) sono stati correlati con lo sviluppo di complicanze e mortalità tra individui con diabete di tipo 2 e con il rischio cardiovascolare. Quanto, in pazienti...

Il rapporto “vita-fianchi” nella donna può “indicare” il rischio cardiovascolare

l rapporto vita-fianchi va rilevato anche nelle donne in ‘peso forma’ in menopausa perché può rivelare una popolazione a rischio, finora ignorata.

02/07/2019

E’ la prima volta che viene dimostrato che una diversa distribuzione del grasso corporeo, nelle normopeso, può risultare protettiva o al contrario favorire lo sviluppo di malattie cardiovascolari. Il rapporto vita-fianchi va insomma...

Il Parkinson ha origine dall’intestino

Una notizia rivoluzionaria

27/06/2019

Partendo dall’intuizione dell’anatomopatologo tedesco Braak, un gruppo di ricercatori della Johns Hopkins ha messo a punto un modello murino, che l’ha confermata in pieno. Il Parkinson avrebbe origine nell’intestino, dove si...

Come bassi livelli di leptina, l’ormone della fame, scatenano l’appetito

Gli effetti ‘sopprimi-fame’ della leptina sarebbero mediati non da circuiti nervosi interni al cervello ma richiedono l’attivazione dell’asse ipotalamo-ipofisi-surrene che porta ad un’aumentata secrezione di corticosterone, un ormone dello stress.

20/06/2019

I ricercatori di Yale e di Harvard rivelano i segreti della leptina, il cosiddetto ormone della fame e aprono così la strada a nuove strategie anti-obesità. Gli effetti ‘sopprimi-fame’ della leptina sarebbero mediati non da...

Integratori, attenzione in bambini e adolescenti

Segnalati eventi avversi gravi, se usati senza controllo medico

18/06/2019

La recente segnalazione di effetti avversi legati all’uso di curcuma mette in discussione l’utilizzo degli integratori nella popolazione generale. Il consumo di integratori alimentari venduti per la perdita di peso, il potenziamento...

Artrite reumatoide: attenzione ai segni premonitori!

Disabilità funzionali da trattare precocemente

04/06/2019

Un nuovo studio dimostra che le difficoltà nelle consuete attività quotidiane come vestirsi, camminare e mangiare possono essere viste nei pazienti con artrite reumatoide uno o due anni prima della diagnosi. Questa evidenza è...

» Sfoglia Archivio