|

Dieta mediterranea e sindrome metabolica

Adottare una dieta mediterranea con supplementi di olio extravergine di oliva e noci potrebbe contribuire a contrastare l’insorgenza di diabete nei pazienti obesi con sindrome metabolica.

21/10/2014 NUTRIZIONE

Questo è quanto emerge, in buona sostanza, dai risultati di un ampio studio randomizzato e multicentrico, condotto in Spagna, che ha coinvolto uomini e donne di età compresa tra 55 e gli 80 anni, tutti esposti a elevato rischio...

Dieta nella gravidanza a rischio

La pre-eclampsia (ipertensione, edema, proteinuria) è una condizione comune in tema di gravidanza e contribuisce alla morbilità e alla mortalità materna e perinatale.

21/10/2014 NUTRIZIONE

In proposito è stata condotta una revisione sistematica e una meta-analisi degli studi osservazionali allo scopo di evidenziare se la dieta abituale della donna in gravidanza potesse in qualche modo contribuire alla prevenzione della...

Pnei e patologie psiconutrizionali (2/3)

Se è vero che la bulimia con uso di purganti, lassativi, diuretici e ricorso al vomito è relativamente rara, molto più diffusa è, invece, la percezione del cibo come irrinunciabile gratificazione (compulsione alimentare), soprattutto nelle ore serali e notturne, momento in cui il substrato neuroendocrino giustifica la ricerca di cibi dolci o di carboidrati o spuntini che affiancano, integrano o sostituiscono il pasto serale, che per molti soggetti rappresenta l’unico pasto della giornata.

21/10/2014 SALUTE PSICOLOGICA

Nel 1973 Bruch aveva rilevato che il 25% delle pazienti anoressiche erano bulimiche. Nel 1980 questa percentuale era salita al 50%, mentre dieci anni più tardi il gruppo di Toronto rilevava la presenza di bulimia nel 75% delle donne...

Educazione alimentare negli adolescenti

Per ottenere un miglioramento costante e duraturo delle abitudini alimentari è bene intervenire con determinazione sui ragazzi e sugli adolescenti.

14/10/2014 NUTRIZIONE

Un ampio studio europeo, ha esaminato in totale, 11.392 adolescenti (49,5% maschi, di età 10-17) di nove Paesi. Sono stati valutati, in tutti i partecipanti, l'assunzione giornaliera di frutta, verdura, spuntini malsani e le capacità...

Pnei e patologie psiconutrizionali (1/3)

In Italia una donna su cento soffre di bulimia nervosa con obesità. Questo dato emerge da studi epidemiologici e statistici riguardanti una patologia che, almeno fino a 30 anni fa, sembrava essere assente o poco rappresentata nel nostro tessuto sociale.

14/10/2014 SALUTE PSICOLOGICA

A tutti è probabilmente capitato, almeno una volta, e in modo più o meno consapevole, di mangiare nella speranza di superare stress emotivi, traumi affettivi, stati di noia o di solitudine; negli ultimi anni, però, si è...

Qualità della dieta di madre in figlio

Intervenendo sulle madri si può ottenere un miglioramento della qualità della dieta dei figli già nel primo periodo post-natale, ma non quando questi sono ancora in utero.

14/10/2014 NUTRIZIONE

Questo è nella sostanza il risultato finale di uno studio condotto in Australia che ha coinvolto 52 donne in gravidanza e i loro figli.  Lo scopo primario dello studio era determinare se l'esposizione del feto a un’ampia...

Noi siamo capaci di fare i grassi buoni!

Si chiamano 'Fahfa' e rappresentano una nuova classe di lipidi ‘buoni’ come gli omega-3. Essendo prodotti all'interno del corpo in teoria si potrebbe modularne il livello nell’organismo umano.

13/10/2014 Ricerca Clinica e di Base

Questi lipidi sono sorprendenti, perché possono anche ridurre l'infiammazione, suggerendo che possano avere un ruolo importante nelle malattie infiammatorie, come il morbo di Crohn e l'artrite reumatoide, oltre che al diabete. Nel...

Meglio un succo di frutta o un caffè!?

Malgrado un’apparenza di salubrità, il consumo abituale di succo di frutta può contribuire a un eccessivo consumo di zucchero, un fenomeno tipico della società occidentale.

07/10/2014 NUTRIZIONE

Uno studio di coorte ha esaminato l'associazione tra consumo di succo di frutta e valori della pressione arteriosa brachiale e centrale (aortica) BP in 160 adulti residenti nella stessa comunità. L’abituale consumo di succo di frutta...

Peso da perdere prima possibile!?

17/10/2014 14.48.17

Per il trattamento dell'obesità, di solito si raccomanda una perdita di peso graduale, anche perché è opinione consolidata che chi perde peso rapidamente lo riguadagnerà in un tempo ancor più breve. Ma è prop...