|

Rischio ictus: una questione di stile

Uno stile di vita sano può ridurre notevolmente il rischio di ictus, in particolare d’infarto cerebrale, specie nelle donne.

28/10/2014 LIFE STYLE

Uno studio di coorte, condotto in Svezia, ha coinvolto 31.696 donne, tutte sottoposte a mammografia, che al basale avevano completato un questionario sulla dieta e lo stile di vita ed erano libere da malattie cardiovascolari e cancro. È stato...

Pnei e patologie psiconutrizionali (3/3)

Le prime osservazioni sperimentali dei fisiologi A.W. Hetherington e S.W. Ransond effettuate alla fine degli anni ’30, dimostravano che lesioni dell’area ventromediale dell’ipotalamo procuravano negli animali da esperimento una smodata sensazione di fame con conseguente obesità, mentre lesioni dell’ipotalamo laterale si accompagnavano ad apatia, svogliatezza e mancanza di appetito cui seguiva perdita di peso.

28/10/2014 SALUTE PSICOLOGICA

Il meccanismo di assunzione del cibo è in realtà molto più complesso: risente, infatti, di influenze genetiche, socio culturali, neuroendocrine e metaboliche. Un ruolo chiave della regolazione nutrizionale è da...

Cancro del colon: la dieta e il microbiota

I risultati di studi recenti suggeriscono che il rischio di cancro al colon è determinato dalla interazione tra dieta abituale e microbiota intestinale.

28/10/2014 PATOLOGIA

Il cancro del colon-retto (CRC) è il terzo tumore più comune nel mondo causando quasi 500.000 morti ogni anno. Oltre al background genetico, i fattori ambientali, tra cui la dieta e lo stile di vita sono i principali responsabili dello...

Dieta mediterranea e sindrome metabolica

Adottare una dieta mediterranea con supplementi di olio extravergine di oliva e noci potrebbe contribuire a contrastare l’insorgenza di diabete nei pazienti obesi con sindrome metabolica.

21/10/2014 NUTRIZIONE

Questo è quanto emerge, in buona sostanza, dai risultati di un ampio studio randomizzato e multicentrico, condotto in Spagna, che ha coinvolto uomini e donne di età compresa tra 55 e gli 80 anni, tutti esposti a elevato rischio...

Dieta nella gravidanza a rischio

La pre-eclampsia (ipertensione, edema, proteinuria) è una condizione comune in tema di gravidanza e contribuisce alla morbilità e alla mortalità materna e perinatale.

21/10/2014 NUTRIZIONE

In proposito è stata condotta una revisione sistematica e una meta-analisi degli studi osservazionali allo scopo di evidenziare se la dieta abituale della donna in gravidanza potesse in qualche modo contribuire alla prevenzione della...

Pnei e patologie psiconutrizionali (2/3)

Se è vero che la bulimia con uso di purganti, lassativi, diuretici e ricorso al vomito è relativamente rara, molto più diffusa è, invece, la percezione del cibo come irrinunciabile gratificazione (compulsione alimentare), soprattutto nelle ore serali e notturne, momento in cui il substrato neuroendocrino giustifica la ricerca di cibi dolci o di carboidrati o spuntini che affiancano, integrano o sostituiscono il pasto serale, che per molti soggetti rappresenta l’unico pasto della giornata.

21/10/2014 SALUTE PSICOLOGICA

Nel 1973 Bruch aveva rilevato che il 25% delle pazienti anoressiche erano bulimiche. Nel 1980 questa percentuale era salita al 50%, mentre dieci anni più tardi il gruppo di Toronto rilevava la presenza di bulimia nel 75% delle donne...

Educazione alimentare negli adolescenti

Per ottenere un miglioramento costante e duraturo delle abitudini alimentari è bene intervenire con determinazione sui ragazzi e sugli adolescenti.

14/10/2014 NUTRIZIONE

Un ampio studio europeo, ha esaminato in totale, 11.392 adolescenti (49,5% maschi, di età 10-17) di nove Paesi. Sono stati valutati, in tutti i partecipanti, l'assunzione giornaliera di frutta, verdura, spuntini malsani e le capacità...

Pnei e patologie psiconutrizionali (1/3)

In Italia una donna su cento soffre di bulimia nervosa con obesità. Questo dato emerge da studi epidemiologici e statistici riguardanti una patologia che, almeno fino a 30 anni fa, sembrava essere assente o poco rappresentata nel nostro tessuto sociale.

14/10/2014 SALUTE PSICOLOGICA

A tutti è probabilmente capitato, almeno una volta, e in modo più o meno consapevole, di mangiare nella speranza di superare stress emotivi, traumi affettivi, stati di noia o di solitudine; negli ultimi anni, però, si è...

Prevalenza obesità infantile: un plateau?!

28/10/2014 10.09.53

La prevalenza del sovrappeso e dell'obesità infantile nei Paesi sviluppati sembra finalmente stabilizzarsi, specie nell’Europa occidentale. Ecco la situazione in Irlanda.